Stemma della Citt?di Cava De'Tirreni

Eventi Istituzionali

A MASSIMILIANO  RANDINO

A MASSIMILIANO RANDINO

Ultimo aggiornamento : 29/04/2011La cerimonia di intitolazione al caporalmaggiore capo Massimiliano Randino della strada provinciale di collegamento tra Santa Lucia e Nocera Superiore.Sono intervenuti il ministro Ignazio La Russa, il presidente della Provincia Edmondo Cirielli, il sindaco Marco Galdi, i consigliere provinciali Luigi Napoli e Alessandro Schillaci, il consigliere regionale Giovanni Baldi.

 

Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa,  il presidente della Provincia di Salerno, Edmondo Cirielli, il sindaco di Cava, Marco Galdi,  hanno inaugurato  viale Massimiliano Randino, la strada provinciale alternativa alla strada Statale 18 – I lotto – di collegamento Cava de’Tirreni – Nocera Superiore, che è stata intitolata al Caporal Maggiore Capo della brigata Paracadutisti “Folgore”, caduto in Afghanistan il 17 settembre 2009.

«La comunità locale e nazionale – ha detto il ministro della Difesa La Russa – non dimenticano e non dimenticheranno il sacrificio di un giovane morto mentre serviva l’Italia. L’intitolazione di una strada in sua memoria assume un significato simbolico: la via della dedizione e dell’assunzione delle proprie responsabilità. I nostri giovani militari impegnati in missioni di pace operano per la stabilità e la sicurezza del nostro Paese più di mille ministri e mille governanti».

«La tragica morte di Massimiliano, ragazzo onorato e orgoglioso di servire la Patria, non sarà dimenticata dalla nostra comunità – ha aggiunto il presidente Cirielli – L’opera a lui intitolata è il segno tangibile del ricordo perenne di un giovane, come tanti, che aveva scelto una vita diversa ed è caduto in una missione di pace».

La cerimonia si è aperta con uno schieramento del Reggimento Cavalleggeri “Guide” (19°) di Salerno che ha reso gli onori con la Fanfara della Brigata “Bersaglieri” Garibaldi e con l'intervento commosso del primo cittadino di Cava, Marco Galdi, che ha ricordato Massimiliano. "Un figlio di Cava de' Tirreni e di Nocera Superiore, legato alle sue radici e alla sua comunità. Caduto per la Patria in nome della Pace". Prima del taglio del nastro lo scoprimento della targa e la solenne benedizione di S.E. l'Arcivescovo di Amalfi-Cava mons. Orazio Soricelli.

Al taglio del nastro nella frazione di S. Lucia a Cava de’Tirreni erano presenti, oltre ai familiari di Massimiliano Randino, il papà, la mamma,il fratello, la moglie, numerose autorità civili e militari della provincia di Salerno. 

Il tratto inaugurato collega la Sp 360 (via Cesaro di Cava de’Tirreni) con la Sp 4 (via Libertà di Nocera Superiore). Il progetto, redatto dall’Ufficio Progettazione del Servizio Viabilità della Provincia di Salerno, interessa, nel suo complesso, i Comuni di Cava de’ Tirreni, Nocera Superiore, Roccapiemonte, Castel San Giorgio, Nocera Inferiore, Pagani, S. Egidio del Monte Albino, San Marzano sul Sarno, Angri e Scafati. I lavori prevedono l’adeguamento della viabilità esistente (10,9 km) e la realizzazione di nuovi tronchi stradali (5,4 km) che consentiranno di decongestionare sensibilmente il traffico sulla strada statale 18 e di agevolare i collegamenti tra le autostrade A3 ed A30.


[torna su]